Sport

Il presidente castellano traccia un bilancio della stagione, ma guarda già al prossimo anno con fiducia e voglia di crescere ancora

E’ tempo di bilanci in casa Lupa Frascati, anche se nel settore giovanile c’è ancora chi lotta per un traguardo di assoluto prestigio. Ad analizzare l’annata delle formazioni castellane è il numero uno Franco Nicolanti, al timone da un anno e mezzo che, tra presente e futuro, delinea i progetti del club arancioamaranto, a partire dalla Promozione e dall’Eccellenza Femminile: I risultati raggiunti dalla prima squadra sono in linea con le aspettattive societarie. I risultati positivi, con serie anche di 7-8 partite, lo stanno a dimostrare, ma la grande euforia ci arriva dal settore femminile che è stato affidato ad un allenatore di comprovata esperienza nato e cresciuto calcisticamente nel nostro territorio: Mister Arcangelo Pastore.

“Siamo felici che il Lazio stia dando quei segnali di rilancio che tutti ci auspicavamo”, sottolinea il presidente del Comitato Regionale Lazio, Melchiorre Zarelli. “Segnali importanti anche nell’attività di base, con la formazione di tante scuole calcio tutte al femminile. La testimonianza che il movimento sta realizzando una base importante dalla quale partire per raggiungere il vertice è dato anche dall’ingresso di alcuni nomi importanti come quello ingaggiato dalla Lupa Frascati per la sua eccellenza femminile, Pastore”.

CON GIANNINI

E anche amore per una maglia e per lo sport, spiegato agli istruttori di Frascati da un signore che di nome fa Giuseppe e di cognome Giannini, che nei mesi scorsi si è occupato – e preoccupato – di formare gli insegnanti della Lupa Frascati, cercando di mettere a disposizione la propria esperienza sia come calciatore sia come allenatore. Giannini, tra le altre cose, ha lavorato e lavora come supervisore esclusivo di tutto il settore giovanile ed è stato grazie al suo intervento che Mister Pastore ha deciso di allenare la squadra femminile. Per i ragazzi e le ragazze e i genitori del vivaio c’è quindi la possibilità di avere un contatto con chi ha vissuto il calcio ad altissimi livelli, una figura che porta ai ragazzi la propria esperienza in maniera continuativa.

 

Lascia un commento